Cos a Vittoria: il Cerasuolo lontano dalle convenzioni

news2

Cos a Vittoria: il Cerasuolo lontano dalle convenzioni

Il Cerasuolo di Vittoria rappresenta dal 2005 l’unica DOCG dell’isola siciliana. E’ un vino relativamente giovane apparso intorno al 1600 quando Vittoria Colonna, figlia del Vicerè spagnolo Alfonso Henriquez, decide di regalare un ettaro di terra a tutti coloro che ne avessero coltivato un’altro a vigna.
Nel territorio di Vittoria ( RG) là dove i Monti Iblei degradano verso il mare la terra è rossa e sabbiosa di natura calcarea e silicea mescolata all’argilla dove oltre alle vigne albergano splendidi uliveti e piante di carrubo. In questo paesaggio all’apparenza arido e pietroso, simile a quello africano che gli è di fronte ma separato dal mare la coltura della vite ha origini antichissime che risalgono all’epoca Micenea.

Il percorso che caratterizza l’azienda vinicola COS (acronimo di Giambattista Cilia, Giusto Occhipinti e Cirino Strano, i tre storici propietari) sembra voler andare a ritroso nel tempo fino a decidere di vinificare in anfora come si faceva più di duemila anni fa. In un primo tempo l’ingenuità con cui si sono approcciati alle anfore li porta a Caltagirone, cittadina siciliana famosa per le sue splendide terracotte ma quelle sono giare concepite per l’olio e non per il vino risultando inadatte.

Leggi l’intero articolo su lucianopignataro.it